EN | NL | FR | ES | PT | IT | DE | HUN | POL | RU | CH
JP | FI | IND | FIL | GEO | SEP | SWE | UKR | BEN | عربي


Che centra con me?
Se non sei gay, oppure di qualque località povera del Africa, devi pensare che l’HIV non centra niente con te. Ti sbagli. Le infezioni del virus HIV non hanno fermato di crescere in Occidente a causa della mancanza di protezione nei rapporti eterosessuali. In alcuni paesi di Europa, più di un terzo dei nuovi casi di contagio appaiono tra le donne. Più di 65.000 persone, in America ed Europa Occidentale, hanno contratto l’HIV durante l’anno scorso, cifra che si aggiunge a più di mezzo milione di persone vivendo con il virus in Europa (Centrale ed Occidentale), insieme a più di un milione di americani HIV positivi. Il trattamento antiretrovirale ha migliorato la qualità di vita però ancora non è una cura, e non è disponibile per tutti: le morte di AIDS si sono triplicate in Europa del’Est durante l’anno 2000 a causa della mancanza di trattamenti, mentre le morte di AIDS in Europa Occidentale e Nord America, sono scese in picchiata, precisamente, grazie a la facilità di accesso a questo tipo di trattamenti.
Prevenzione: meglio proteggersi di pentirsi!
Per proteggere te stesso e il tuo compagno/a in un rapporto sessuale, devi evitare il contatto fisico con fluidi corporali (sangue, sperma - compresso liquido preseminale – e secrezioni vaginali ). Per questo, è assolutamente necessario usare una buona barriera, come sono i preservativi, perché la bocca, la vagina, il penne e l’ano sono zone molto sensibili che possono contenere delle ferite, agendo come via d’entrata per l’HIV e altre malattie di trasmissione sessuale.
top
Un gioco a rischio
Anche se “giochi sicuro”, ci sono delle situazioni che aumentano il rischio di contrarre una malattia di trasmissione sessuale:

  • Avere vari compagni/e sessuali aumenta la possibilità che siano HIV+.
  • L’uso di droghe oppure il consumo eccessivo di alcool possono cambiare totalmente la tua percezione e farti agire in maniera diversa a come lo faresti se fossi sobrio. Prendilo sul serio!
  • La iniezione di droghe con materiale condiviso è estremamente pericoloso. Per prevenire l’HIV la migliore cosa che puoi fare è utilizzare sempre siringhe nuove e sterilizzate e, innanzitutto, non condividerle con nessuno.
  • Il sesso anale si caratterizza per essere una attività di alto rischio dovuto alla delicatezza della pelle in questa zona.
  • Vivere in paesi dove esiste una tassa elevata di persone con HIV suppone un rischio extra. Per questo, se l’accesso a preservativi non è facile, il meglio che puoi fare è astenerti da avere contatti sessuali.


Per finire, devi avere presente che ogni volta che hai rapporti sessuali devi utilizzare un preservativo nuovo. Riciclare è necessario, ma non quando la tua salute e quella dei tuoi compagni/e è in gioco.
top
Trasmissione
Puoi contrarre l’HIV se il tuo sangue entra in contatto con il sangue, lo sperma (compresso il liquido preseminale) oppure le secrezioni vaginali di una persona HIV positiva. La maggior parte dei casi HIV positivo si producono a causa dei rapporti sessuali senza protezione. Nonostante, questo non è l’unico modo, visto che attraverso siringhe condivise oppure durante la gravidanza, il parto o l’allatamento (se la madre è HIV positivo) si può produrre la trasmissione del virus. Non ci sono altre vie in cui il virus HIV possa essere contratto, per cui il resto dei rapporti interpersonali sono totalmente sicuri.
top
Chi è suscettibile di contrarre l’HIV?
Chiunque può contrarre l’HIV, visto che il virus non discrimina nessuno per nessun motivo. Di fatto, il contagio non ha smesso di crescere negli ultimi anni e, soprattutto, ha colpito la popolazione più giovane (quasi la metà dei contagiati durante l’anno scorso avevano tra i 15 e i 24 anni). Fare sesso senza protezione e condividere droghe intravenose ti fanno più vulnerabile e, come avere il virus dell’HIV non è scritto nella tua fronte, è impossibile sapere chi è sieropositivo. Pertanto, proteggiti!
top
Smetti di preoccuparti e fai il test
Il test dell’HIV è l’unica maniera per determinare se sei sieropositivo. Se credi di essere stato in una situazione a rischio, non dubitare e fai l’analisi. Se il risultato è negativo sarà una notizia fantastica, però se è positivo, dovrai accedere al trattamento più adeguato e il più presto possibile. Così, vivere con il virus sarà meno difficile e rafforzerai la tua salute. L’HIV si può scoprire tre mesi dopo una situazione di rischio, però normalmente si consiglia di aspettare sei mesi per una massima sicurezza nei risultati. Intanto, usa il preservativo in ogni rapporto sessuale.
top
Che fare dopo i risultati?
Preoccupandoti non risolverai nulla, sì invece affrontando i risultati.

1. Se sei HIV negativo

Continua a fare sesso sicuro usando correttamente il preservativo. Se usi droghe intravenose assicurati che il materiale è stato sterilizzato prima. Ripete il test sei mesi dopo aver ottenuto i risultati.

2. Se sei HIV positivo

Prova ad accedere al trattamento medico adeguato il più presto possibile per proteggere la tua salute e ritardare lo sviluppo dell’AIDS. Il passo successivo dovrebbe essere contattare uno specialista nel trattamento del virus e anche uno specialista in aiuto psicologico per contagiati di HIV, che ti aiuteranno a vivere in questa nuova situazione. Inoltre, le droghe e l’eccesso di tabacco e alcool possono indebolire il tuo sistema immunologico. Prendi cura di te e migliorerai la tua salute. Assicurati anche di non aver contratto tubercolosi allo stesso tempo dell’HIV ( a volte vanno insieme), fai il test per determinare se hai questa malattia per trattarla correttamente se il risultato è positivo.
top
Come e quando l’HIV diventa AIDS?
L’HIV diventa AIDS nella maggior parte dei casi, però l’AIDS si può sviluppare più o meno velocemente dipendendo di alcuni fattori come il tuo stile di vita o il trattamento medico che segui. Fumare, bere alcool in eccesso oppure altre malattie di trasmissione sessuale possono indebolire il tuo sistema immunologico.

L’HIV diventa AIDS quando il libello di linfociti T CD4 in sangue è minore di 200 o del 14%, indebolendo considerabilmente il tuo sistema immunologico.
top
Come usare un preservativo – Proteggiti in sette passi!
  1. Metti i tuoi preservativi in un posto freddo.
  2. Ricordati di guardare la data di scadenza prima di usare un preservativo e, se non è scaduto, aprilo e tiralo fuori evitando usare i denti.
  3. Stringi il deposito con le dita e metti il preservativo sul pene in erezione.
  4. Srotola il preservativo con l’altra mano.
  5. Usa soltanto lubrificante a base acquosa e non usare mai la vaselina, olio vegetale o crema per il corpo, visto che potrebbero danneggiare il preservativo e farlo diventare insicuro.
  6. Adesso tocca a te, vivi il momento! E quando finisci, non dimenticare stringere la base del preservativo al ritirare il pene, per evitare che questo scivoli e rimanga dentro.
  7. Supponiamo che non dobbiamo dirti questo però… non usare un preservativo più di una volta!
top
DESIGNERS AGAINST AIDS (DAA/Stilisti contro l’AIDS) è un progetto senza scopo di lucro promosso dalla organizzazione Beauty without Irony, fondata nel 2004 per aumentare la sensibilizzazione sull’AIDS nei mezzi di comunicazione e nel pubblico in generale, con speciale attenzione ai giovani dei paesi industrializzati.

Per questo, invitiamo a stilisti di moda (emergenti o conosciuti), musici, artisti e altre celebrità a creare disegni, che dopo stamperemo in articoli come magliette, borse, felpe, scatole di preservativi, cartelle, ecc. Le magliette e le felpe di ogni collezione DAA sono fatte di cottone organico da una organizzazione di commercio giusto in India, con l’appoggio della società tedesca Sense Organics.

daa

Il sito web, come parte del logo DAA, appare in ogni articolo facilitando informazione recente su l’HIV/AIDS nella sezione Links. Inoltre partecipiamo in eventi, esibizioni e ferie, collaborando con artisti, organizzazioni e marchi interessati, che appoggiano la nostra causa.

Bookmark and Share



Guests online:    15
Members online: 0
© designersagainstaids.com 2017 - design and development: www.sailboardsrotterdam.com - web design • cms • applications